Faraone vecchia

E' una intrigante appendice di questo mondo fantastico tra case smozzicate, tetti crollati ed erbacce colonizzanti.
Mura pericolanti e cadute di pietre rendono accidentata la visita all'antico borgo di Faraone Vecchio.

Il tempo sembra divorare senza posa ciò che resta di questo affascinante paese, situato tra Villa Lempa e Sant'Egidio alla Vibrata. 

L'abitato fu abbandonato, nei primi anni del secolo scorso, perché scivolava lentamente verso il fiume ed era diventato pericoloso a causa di un terremoto e di continui smottamenti del terreno.
Il villaggio fantasma, su di una piccola altura dominante il corso irregolare del Salinello che qui sposa il fiume Vibrata, è in una sorta di isolotto collegato alla terraferma da un piccolo ponte circondato da fossi.

Da questa chiocciola di pietra dal cuore antico, è nato Faraone Nuovo lì dove, nella notte dei tempi, esisteva la chiesetta paleocristiana di San Vito.

L'anziano racconta, indicando col dito la parrocchiale dietro le sue spalle ricurve, che accanto alla chiesa dedicata a Santa Maria della Misericordia ad Palatium furono scoperte tracce di muraglie antichissime.
Un tempo, all'interno, erano custoditi tesori d'arte di cui si sono perse le tracce.
Scomparsa la bella acquasantiera con una iscrizione misteriosa, scomparso il pregevole dipinto della Madonna che riceve nelle mani il castello di Faraone da San Giovanni Battista fanciullo.
"Anche il libro di Dio si sono presi " urla il vecchio.

 

Fonte: http://www.abruzzointv.it/Provincia-di-Teramo-in-Video_04_Faraone-di-SantEgidio-alla-Vibrata.html


Condividi:               |Altri 
Albergo Nevada SNC di Iozzi e Schiavi - via S. Italico, 2 - 64010 Villa rosa di Martinsicuro (TE)
Tel: 0861 714 240 - Fax: 0861 714 240 - P.Iva 01474050679
www.nevadahotel-villarosa.com

Privacy Policy | Cookie Policy

credits: www.davideluzi.com | Area riservata